italiano deutsch english
La cantina Le persone Il Kellermeister La nostra Storia
Cantina San Michele Appiano
La nostra Storia

Marketing in legno

Negli anni 1970, la Cantina sociale San Michele vende ancora gran parte dei suoi bianchi ad alcuni grossisti italiani, fra le altre cose come base per spumanti. Per far breccia nel cuore dei commercianti, nel 1973 la cantina commissiona a un intagliatore gardenese per due milioni di lire (= il compenso annuo del presidente) una botte intagliata. Sotto la raffigurazione dell’edificio della cantina, oltre al presidente Heinrich Christoph e al kellermeister Hans Ebner, sono rappresentati anche tre commercianti di vino e il Prof. Cosmo di Conegliano.