italiano deutsch english
La cantina Le persone Il Kellermeister La nostra Storia
Cantina San Michele Appiano
La nostra Storia

Forniture di vino all’esercito

Sulla questione delle forniture di vino all’esercito fino a poco fa regnava la più completa oscurità. Non si sapeva né come la suprema amministrazione dell’esercito si comporta relativamente alla questione del “consumo moderato di alcol o l’astinenza assoluta”, né come avviene la fornitura di vino per le truppe. Dopo l’inizio della Grande Guerra, nell’aprile 1915, viene pubblicato il primo bando ufficiale del Ministero della guerra dell'Impero austro-ungarico per la fornitura di grandi quantità di vino rosso “a scopi sanitari”, ovvero per gli ospedali. “Il fatto che l’amministrazione dell’esercito riconosca l’importanza di un moderato consumo di vino per la convalescenza presume che riconosca anche gli effetti di un buon goccio di vino per le truppe in combattimento. Ancor più dopo che l’ingresso in guerra dell’Italia contro di noi ha comportato un prolungamento incerto della stessa e, combattendo in un terreno difficile nel teatro di guerra lungo i nostri confini meridionali, il soldato, nella grande lotta estenuante per conservare la sua energia e per risvegliare lo spirito affaticato dalle lunghe marce e dalle pene vissute in trincea, ha urgentemente bisogno di una rinfrescata come quella di un buon bicchiere di vino.”