italiano deutsch english
La cantina Le persone Il Kellermeister La nostra Storia
Cantina San Michele Appiano
La nostra Storia

“Fiore di Appiano e Perla di Appiano”


Intorno al 1910, Appiano conta circa 1340 ettari di vigneti. La vendemmia produce in media 80.000 ettolitri. Questo corrisponde a una resa di circa 60 ettolitri per ettaro. L’80% è di varietà rossa, soprattutto Schiava e la cosiddetta “Gschlafene” che vengono tagliate per il vino da tavola rosso. Questo costa in media 40 corone a ettolitro. Un livello più in alto si trovano il vino di collina e il vino speciale di Appiano. Con 55 a 60 corone, le colline di Missiano e Appiano sono in testa alle varietà di rosso. Tra i vini bianchi dominano Pinot Bianco e Ruländer, ma ci sono anche il Riesling e il “Blatterle”. I vini bianchi sono approssimativamente commercializzati in due classi di qualità: costano circa un terzo più dei vini da tavola rossi. Nel 1911, nei libri della cooperativa di San Michele si trova per la prima volta un riferimento ai vini in bottiglia. Tuttavia sono ancora estremamente rari. Il vino bianco che vi è imbottigliato si chiama “Eppaner Blume” (Fiore di Appiano), quello rosso “Perle von Eppan” (Perla di Appiano).