italiano deutsch english
La cantina Le persone Il Kellermeister La nostra Storia
Cantina San Michele Appiano
La nostra Storia

Aria di cambiamento

Il nuovo presidente Richard Stampfer dà carta bianca all’ormai venticinquenne kellermeister Hans Terzer. In questo modo è in grado di rivoluzionare l’azienda secondo le sue idee. Terzer conosce i difetti: “La situazione di partenza non poteva essere peggiore. La cantina ha urgente bisogno di più varietà di uve, una riduzione della resa per ettaro e nuovi impianti per produrre vini migliori.” Terzer, a cui piace sperimentare, cambia molte cose: il “Pinot Giallo” (= Chardonnay), che per molti anni era stato mischiato al Pinot Bianco, per la prima volta in Alto Adige viene vinificato separatamente. Il vino riesce così bene che Terzer è in grado di convincere molti soci a cambiare. Quando nella metà degli anni Ottanta il Chardonnay diventa il vino alla moda in tutto il mondo, la cantina San Michele è pronta a vendere delle buone quantità. Per la prima volta nel 1985 si respira aria di cambiamento.