italiano deutsch english
La cantina Le persone Il Kellermeister La nostra Storia
Cantina San Michele Appiano
La nostra Storia

Durante la guerra la vendita non è un problema

Più dura la guerra, il più diventa prezioso il vino. All’inizio dell’estate del 1916 l’esercito compra “una grande quantità” di vino sfuso e paga immediatamente. Questo in un momento di crisi in cui molti acquirenti non saldano il conto e la cooperativa è costretta a emettere l’ordine di “consegna solo previo pagamento in contanti”. Con l’inflazione galoppante, i prezzi del vino aumentano di dieci volte, con effetti positivi sul bilancio della cooperativa. Anche l’affluenza di nuovi soci è enorme, al punto tale che nel 1917 si decide di bloccare le nuove entrate. Anche se durante la guerra i prezzi aumentano e si estinguono vecchi debiti, alla fine della guerra la cooperativa ricade in una crisi finanziaria: aveva dovuto sottoscrivere cosiddette obbligazioni di guerra, ma dopo la guerra la cooperativa non ha mai più rivisto le 100.000 corone.